17 Ottobre 2019 - Lezione Voltiana presso il Dipartimento di Fisica, Pavia

ATOMS AND COMPUTERS

Prof. Michele Parrinello
Department of Chemistry and Applied Biosciences, ETH Zurich
Istituto di Scienze Computazionali, Università della Svizzera Italiana, Lugano
Istituto Italiano di Tecnologia, Genova

Giovedì 17 Ottobre 2019, ore 16
Aula 102 del Dipartimento di Fisica, via Bassi 6, Pavia

Ingresso libero, nei limiti della capienza dell'aula

Locandina

Michele Parrinello, nato a Messina nel 1945, si è laureato a Bologna nel 1968. Ha svolto la sua attività presso le Università di Messina e Trieste, la Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati (SISSA) di Trieste, il laboratorio di ricerca IBM di Zurigo, il Max-Planck-Institut für Festkörperforschung di Stoccarda, lo Swiss Center for Scientific Computing (CSCS) di Manno, la Scuola Normale Superiore di Pisa. È professore presso l'ETH di Zurigo e l'Università della Svizzera Italiana (USI) a Lugano, ed è Principal Investigator presso l'Istituto Italiano di Tecnologia di Genova. Ha ricevuto numerosi award fra cui lo Hewlett-Packard Europhysics Prize (1990), il Boys-Rahman Prize (1994), il Rahman Prize (1995), la Schroedinger Medal (2005), la Dirac Medal (2009), il Sidney Fernbach Award (2009), il premio Enrico Fermi (2012), il Dreyfus Prize (2017). È Grande Ufficiale della Repubblica Italiana (2012).

Michele Parrinello ha sviluppato, assieme a Roberto Car, il metodo di dinamica molecolare a principi primi universalmente noto come metodo Car-Parrinello (1985). Questo metodo, che combina la dinamica molecolare con la meccanica quantistica tramite la teoria del funzionale densità, ha aperto un nuovo campo di ricerca e ha influenzato in profondità i calcoli di struttura elettronica nei solidi, nei liquidi e nelle molecole, oltre che la descrizione delle reazioni chimiche e dei processi biochimici. È noto inoltre per il metodo Parrinello-Rahman di dinamica molecolare (1980), che consente lo studio delle transizioni di fase strutturali dei solidi a pressione costante. In seguito ha introdotto la meta-dinamica, che permette di esplorare lo spazio delle fasi e di calcolare l'energia libera nell'evoluzione di sistemi complessi, quali ad esempio molecule biologiche in soluzione. Gli interessi scientifici di Michele Parrinello sono fortemente interdisciplinari e comprendono lo studio di reazioni chimiche complesse, di scienza dei materiali e di dinamica delle proteine. La sua attività ha avuto una profonda influenza sui metodi computazionali applicati alla fisica, alla chimica e alla biologia. Ha pubblicato più di 600 lavori con oltre 75000 citazioni e un h-index di 125. Per approfondimenti si vedano il lavoro originale di Car e Parrinello (1985), il sito del premio Dreyfus e l'articolo su ChemPhysChem.

Nella Lezione Voltiana, che inaugura i Colloquia del Dottorato di Ricerca in Fisica per l’a.a. 2019/2020, il prof. Parrinello darà un quadro delle simulazioni atomistiche e delle loro applicazioni in diversi campi della scienza.

Per informazioni sulla conferenza e sul dottorato in Fisica: prof. Lucio Andreani.